Il tuo carrello

Il tuo carrello è vuoto

Totale prodotti: € 0,00

Vai al carrello

Come dormire in gravidanza?

23/08/2021

La gravidanza è un momento particolarmente emozionante e delicato durante il quale più o meno tutti gli ambiti della vita di una donna vengono condizionati - se non addirittura stravolti! Uno di questi è senz’altro il sonno: quando la pancia comincia a crescere e a diventare ingombrante – soprattutto dall’ultimo trimestre – può rappresentare un ostacolo non di poco conto per un buon riposo. Non solo: il frequente stimolo a urinare durante la notte e l’azione degli ormoni, nonché la cosiddetta sindrome delle gambe senza riposo (ovvero il bisogno incontrollabile di muovere le gambe per alleviare formicolio, bruciore o disagio) e i movimenti del bambino che si fanno più decisi proprio quando la mamma è a riposo, rappresentano condizioni che concorrono a rendere il sonno veramente difficile. E pensare che uno dei consigli più frequenti che ricevono le donne in stato interessante è proprio quello di riposare! Eppure, 8 donne su 10 soffrono di insonnia e altri disturbi del sonno durante la gravidanza. Dobbiamo quindi rassegnarci a nove mesi di notti più o meno in bianco? Assolutamente no: ecco qualche piccolo accorgimento su come dormire in gravidanza.


L’importanza di un buon riposo

In generale, buon riposo significa benessere. In gravidanza, a maggior ragione, dormire bene è un valore aggiunto per la futura mamma. Si rinnovano le cellule, durante il sonno si recuperano e si immagazzinano nuove energie necessarie da spendere nei primi mesi dopo il parto, si riduce il rischio di alterare il sistema immunitario. Alleato principale di un buon sonno ristoratore è un materasso di qualità: se avevi in programma di cambiare il materasso, una imminente gravidanza potrebbe rappresentare l’occasione giusta per fare il primo passo. Dormire bene in gravidanza e continuare a farlo anche dopo – neonato permettendo! – garantisce il benessere psico-fisico indispensabile per affrontare l’avventura più impegnativa ed emozionante della vita.  
 

Trovare la posizione giusta

Una delle obiezioni più comuni che potrebbe sollevare la donna in dolce attesa riguarda la posizione: con il pancione, come fare a trovare una soluzione comoda per dormire? Se sei abituata a dormire a pancia giù, puoi continuare a farlo senza problemi nei primi mesi di gestazione (nessuna controindicazione per il piccolino) ma con l’avanzare del tempo vedrai che diventerà impossibile proseguire. Per dormire, allora, gli esperti sono concordi nel suggerire di coricarsi sul fianco, con le gambe leggermente flesse. Con queste accortezze si agevola il flusso sanguigno e si lascia che il bambino si muova libero nella pancia. Inoltre, utilizzare un cuscino tra le gambe aiuta ad alleviare le tensioni a carico delle cosce e del pube. Il nostro Elastic Legs, realizzato in Memory Foam, è ad esempio la soluzione ottimale per il riposo in gravidanza: oltre ad adattarsi perfettamente alla forma delle gambe, combina in egual misura comfort e sostegno. Sostegno che può essere ulteriormente rafforzato posizionando un altro cuscino dietro la schiena. Anche la scelta del fianco sul quale dormire non è casuale: si dovrebbe prediligere il fianco sinistro perché così l'utero non preme né sulla vena cava – quella cioè attraverso cui il sangue risale dagli arti inferiori fino al cuore – né sul fegato, non compromettendo quindi la circolazione feto-placentare. Dormire a pancia in su non ha particolari controindicazioni: può solo capitare che a gravidanza avanzata la posizione risulti scomoda perché il peso della pancia graverà su addome e polmoni, tanto da rendere il respiro difficoltoso (con due conseguenze: il fiato corto e un russare davvero fastidioso – soprattutto per chi divide con il letto con la futura mamma!).


Addormentarsi in gravidanza

Per assicurarsi un sonno confortevole e riuscire a dormire (anche) in gravidanza si possono seguire piccoli ma preziosi suggerimenti. Prima di tutto, è salutare assicurarsi che la temperatura della camera da letto sia ottimale, ovvero tra i 18 e i 20 gradi e che ci sia buio. Per favorire il sonno, niente di meglio di tisane rilassanti: oltre a contribuire all’idratazione, calmano la futura mamma migliorando la qualità del suo riposo. Inoltre, è preferibile cenare presto e con un pasto leggero per difendersi dal fastidiosissimo reflusso gastrico. Poiché non è raro che durante la notte la mamma venga colpita da dolorosi crampi – e quindi svegliata, oltretutto in malo modo! -  è importante garantire il giusto apporto di magnesio, sia attraverso buone abitudini a tavola sia con integratori specifici per la gravidanza. Attenzione, infine, a una corretta idratazione: giusto bere almeno due litri di acqua al giorno, concentrando però una maggior quantità durante il giorno e riducendola già a partire dall’ora di cena, onde evitare di alzarsi ogni ora della notte per andare in bagno.
 

Cosa non fare

Di contro, esistono anche una serie di cose da evitare assolutamente perché favoriscono l’insonnia. La prima è l’assunzione di bibite gassate e bevande con eccitanti (tè e caffè, ad esempio). La seconda è quella di cedere alla tentazione di farsi uno spuntino a mezzanotte: interrompere il sonno per mangiare fa correre il rischio di non riuscire più ad addormentarsi. Bandire, inoltre, la tecnologia – tv, tablet e smartphone – dalla camera da letto: assolutamente meglio un buon libro. Infine, è altamente sconsigliato schiacciare un pisolino durante il tardo pomeriggio perché rischia di portare maggiori problematiche in fase di addormentamento.

Share


Vuoi far parte della nostra community?
Iscriviti alla newsletter e avrai 10€ di sconto sul tuo primo acquisto. Niente SPAM, promesso!