Reti Letto a Doghe: # 5 consigli per non sbagliare!

July 20th at 12:00am

Reti Letto a Doghe: # 5 consigli per non sbagliare!

 

Come per i materassi, anche per le reti letto a doghe vi è stato un continuo processo di ricerca ed evoluzione, atto a migliorare la nostra qualità del sonno. Se fin dal principio l’uomo si è concentrato soprattutto sul materasso e sul suo perfezionamento, in epoca moderna, si è finalmente compresa anche l’importanza delle reti letto. 

Queste, da semplici tavole di legno ed altri materiali lavorati grossolanamente, sono diventate vere e proprie reti a doghe.

 

⇨ L’importanza del SISTEMA LETTO

 
Il materasso non è il solo protagonista su cui focalizzare l’attenzione: questa è la prima cosa da capire per dormire bene. Per esprimersi nel migliore dei modi, esso ha bisogno dei suoi alleati comprimari e componenti del sistema letto: il cuscino e la rete.
 

Il Sistema Letto =  Cuscino + Materasso + Rete   

Un buon materasso è molto importante, e diventa fondamentale se la vostra rete risulta essere vecchia o scadente, ma tutti componenti del sistema letto sono importanti.

Quante volte ti è capitato di alzarvi con fitte alla schiena e mal riposati? In questi casi, spesso le motivazioni sono proprio nella giusta combinazione del sistema letto e nella scelta dei suoi componenti

Reti e Materassi si completano vicendevolmente, sono complementari, l’una valorizza le qualità dell’altra in uno scambio virtuoso nel quale tu sei il solo a trarne tutti i benefici.

Ecco che allora, una domanda sorge spontanea:

Come scegliere la rete giusta per il nostro materasso?

Ecco 5 consigli utili per scegliere la rete a doghe giusta per te!
 

 

 

# 1 : Meglio una rete a doghe in legno o una rete a doghe in ferro?

Quali sono le differenze tra una rete a doghe in legno e una rete a doghe in ferro? Sembrerà strano, ma la differenza più marcata tra le due reti sta tutta nell’estetica!

Una rete a doghe di legno si presenta all’occhio come un prodotto più “appetibile”,  e sicuramente sarà amato da chi predilige uno stile più classico, essendo un oggetto che non risulta essere sgradevole alla vista.

Tutto questo è dovuto ovviamente al calore del legno, rispetto ad una struttura in ferro che, solitamente, è più fredda e “grossolana”.

Generalmente il legno risulta essere un materiale più pregiato nella realizzazione delle reti a doghe, al contrario del ferro che è più dozzinale e viene utilizzato dove è importante contenere i costi

Sempre per motivazioni estetiche infatti, solitamente le reti a doghe in ferro vengono inserite all’interno del letto

Dal punto di vista della robustezza e della stabilità sono prodotti però che si equiparano.

 

#2 Doghe letto: con o senza ammortizzatori?

Sapevi che esistono reti a doghe con ammortizzatori? Proprio come quelli tipici del settore automobilistico e, in realtà, il processo è il medesimo.

Nelle reti a doghe ammortizzate, le doghe invece che essere appoggiate direttamente sul telaio, vengono appoggiate su dei supporti plastici spesso realizzati in caucciù.

Questi hanno la doppia funzione di accogliere le doghe, ed ammortizzare le sollecitazioni che arrivano dal materasso e dai nostri movimenti.  
 
Le reti a doghe ammortizzate aiuteranno il materasso ad adattarsi maggiormente alle vostre forme, e modificheranno la superficie seguendo i vostri spostamenti durante il sonno.

Le reti con doghe non ammortizzate ovviamente sono più statiche e votate ad un sostegno maggiormente deciso. In questo caso l’elasticità e la capacità di adattamento al materasso è data solo dalla curvatura della doga.

Entrambe le tipologie di reti a doghe  sono comunque in grado di sostenere tutte le tipologie di materassi in vendita ad oggi.


 

# 3 : Reti a doghe fisse o reti a doghe elettriche?

Se le doghe ammortizzate possono sembrare una vera rivoluzione rispetto al passato, è con le reti a doghe elettriche che si nota una differenza abissale.

Come è facile comprendere, le reti a doghe elettriche rendono possibile un movimento completo della struttura del letto.

Questo avviene tramite un motore elettrico collegato alla rete a doghe, ed un telecomando (che può essere anche wireless) mediante il quale potrai scegliere tra le varie posizioni.

E’ ovvio che la differenza rispetto alle reti a doghe fisse sia enorme. Ma le variabili che influenzano questa scelta sono soprattutto il budget a disposizione, e le esigenze particolari.

Entrambi i modelli possono soddisfare la nostra esigenza di farci da supporto e donarci un riposo salutare e completo, tuttavia la differenza è palese.

Le reti a doghe motorizzate ovviamente sono più comode, ad esempio per guardare la tv dal letto senza modificare la disposizione della nostra camera, e sono utili soprattutto in ambito sanitario.

Da anni sono impiegate per tutti coloro che soffrono di alcune patologie, ad esempio il reflusso gastrico o per chi ha problematiche di circolazione sanguigna alle gambe, in generale, sono indicati per chi trova difficoltà nelle movimentazioni articolari.

Esistono anche reti a doghe “meccaniche” ovvero che possono modificare la loro posizione, senza la motorizzazione elettrica. Queste vengono dette reti a doghe ad alzata manuale, e a tutti gli effetti sono il compromesso tra qualità e prezzo, la terza via tra i modelli top e quelli basici.
 

» NB: I MATERASSI A MOLLE SONO SCONSIGLIATI da utilizzare sulle reti reclinabili,  siano esse manuali o elettriche, poiché il materasso rischierebbe di sciuparsi internamente e risultare poi scomodo o di rovinare la rete ste


 

# 4 : Quante doghe deve avere una buona rete e di che materiale?

C’è una correlazione tra il numero di doghe di una rete, e la qualità del sonno che riesce a garantire. Tendenzialmente, maggiore è il numero delle doghe presenti in una rete, tanto maggiore sarà la qualità del vostro sonno.

Il nostro consiglio è quello di non scendere mai sotto ad un numero minimo di 14 doghe! E questo vale sia nella rete singola che nella rete matrimoniale.
 

Le doghe possono essere realizzate con numerosi materiali, assicuratevi che le vostre siano realizzate con legno di FAGGIO come quelle di nostra produzione. (Reti a doghe in legno di Faggio Evergreenweb)

Il faggio è il più elastico e resistente dei materiali utilizzabile nella realizzazione di reti in doghe diffidate da produzioni in betulla o altri materiali

 

​​​​​​​

 

# 5: Quanto deve essere l’altezza di una rete a doghe?

L’altezza consigliabile di una rete è tra i 60 e i 70 cm compreso il materasso. Specialmente nelle persone che soffrono di allergie come quella agli acari della polvere (vedi nostro articolo su come combatterli nel nostro blog) l’altezza può essere fattore rilevante.
 

Non esagerate però, una rete troppo alta potrebbe perdere in termini di stabilità della struttura generare un fastidiosa sensazione di dondolio che vanificherebbe il suo ruolo di struttura portante dell’intero sistema letto.

 

Quanto costa una rete a doghe? Scopri prezzi e  offerte

Numerose sono le offerte e le differenti tipologie di prodotti che potrete trovare nei negozi o sul web, seguite i nostri consigli e soprattutto ricordate sempre che un nuovo sistema letto vi durerà una vita, vi farà stare bene e lo userete tutti i giorni.

 ​​​​​​​

    Non risparmiare sulla tua salute!

 
 ​​​​​​​











 
Chiamaci Scrivici