# 3 Motivi per scegliere un materasso a molle! [+ BONUS]

June 28th at 12:00am

Il materasso a molle è il prodotto più vicino a quello dei nostri antenati. Protagonista di evoluzioni e migliorie è, a tutti gli effetti un modello che continua ad essere venduto ed acquistato da oltre 100 anni.

Dal punto di vista storico, dobbiamo agli arabi la parola “materasso” (che deriva dalla radice “matrah” ovvero gettarsi/posarsi) ed a romani ed egiziani le origini di questo oggetto, anticamente riempito con foglie, fieno e paglia.
 

#1 Materasso a molle: storia del più longevo ed affidabile materasso del mondo

 

Il primo modello di materasso a molle simile a quelli attualmente sul mercato, nasce nel 1871 da un inventore tedesco, Heinrich Westphal. Come spesso purtroppo accade egli non vivrà mai il successo della sua invenzione, che prese piede successivamente alla sua morte.

Se fino alla metà del secolo il materasso a molle era l’unico modello presente sul mercato, attualmente è stato affiancato da molte altre tipologie di materasso. Questo però non ha fatto sì che la sua produzione venisse terminata.

Come ha potuto quindi resistere così tanto tempo? La fama del materasso a molle ed uno dei motivi per cui viene ancora prodotto, si deve soprattutto al fatto che è sempre stato considerato il miglior materasso ortopedico, o comunque uno dei migliori.

Questo gli ha permesso di restare sul mercato e competere con i materassi di ultima generazione come i materassi memory foam, i materassi in lattice ed i materassi in waterfoam.  

Oltre a questo, le peculiarità dei materassi a molle, dispositivi tradizionali e moderni allo stesso tempo, si legano principalmente al loro sostegno deciso, alla loro durata nel tempo, ed al prezzo spesso accessibile, facendone un prodotto ancora molto amato e molto venduto.
 

#Bonus : Conosci veramente il materasso a molle?

Il materasso a molle è rimasto strutturalmente quello che era, ma la sua fortuna è stata quella di essersi adattato ai cambiamenti, rinnovandosi nel tempo, adeguandosi alle nuove tecnologie nate ed alle molte innovazioni.

L’integrazione con nuovi materiali ha portato notevoli evoluzioni, sia dal punto di vista della portanza che da quello della comodità, e proprio tali trasformazioni hanno permesso il successo e la possibilità di rimanere un prodotto attuale e moderno.
 

Materassi a molle tradizionali o molle insacchettate?

Generalmente sul mercato esistono 2 tipi di materassi a molle :

  1. I materassi a molle insacchettate (materasso a molle insacchettate Pocket Spring)

  2. I materassi a molle tradizionali  (materasso a molle ortopedico BONNEL )
     

MATERASSO A MOLLE
 

I Materassi a molle insacchettate 

Il materasso a molle insacchettate rappresenta la naturale evoluzione di quello tradizionale.

L’evoluzione tecnologica ha colpito soprattutto la disposizione delle molle all’interno del materasso. Se in passato le molle erano legate le une alle altre, oggi sono indipendenti ed isolate all’interno di veri e propri involucri.

Questa innovazione permette di avere un materasso molto traspirante e ad alta ergonomicità.
Inoltre, nei materassi a molle insacchettate, solo ogni molla sollecitata risponderà alla pressione esercitata dal peso corporeo e non tutte le molle in blocco come in passato, ottenendo un prodotto che risponde in maniera mirata e precisa.


Per queste ragioni parliamo di un materasso a molle indipendenti, perché ognuna lavora singolarmente in base alle sollecitazioni ricevute ma in coralità con tutto il resto della struttura,
mantenendo la colonna vertebrale in asse e donando una piacevole sonno salutare e ristoratore.

I migliori materassi a molle indipendenti, essendo le molle autonome ed insacchettate , sono inoltre molto silenziosi ed il vecchio cigolio ad ogni movimento non rimane che un ricordo vintage.

L’essere insacchettate inoltre le protegge dall’usura isolandole e rendendole così più durature.

I materassi a molle tradizionali  hanno subito anche loro migliorie che ne hanno esaltato le caratteristiche pur lasciando questi modelli molto simili a quelli del passato.

Ad esempio, il materasso a molle a portanza sostenuta fa di questi prodotti veri e propri articoli ortopedici sia nell’immaginario collettivo che nella realtà.
 

Come sono fatti i materassi a molle tradizionali?

Al contrario dei materassi a molle indipendenti, che come abbiamo visto agiscono in maniera mirata,  i materassi a molle tradizionali rispondono alle sollecitazioni ad ampie zone.

Sono i modelli più classici, dove la risposta al corpo sarà percepita quindi come un molleggio più ampio, una vibrazione che si propaga in tutto il materasso.

Per questo, se si ha un compagno o una compagna con un sonno particolarmente agitato, il materasso matrimoniale a molle tradizionale potrebbe non essere il miglior alleato.
 

#2 Un evergreen che si evolve: i materassi a molle ibridi.

I migliori produttori di materassi a molle hanno compreso comunque che per aver la miglior risposta dal materasso non è sufficiente inserire le molle e foderare il materasso.

Gli ibridi nascono quindi dalla necessità di unire passato e modernità. E’ per questo che le nostre molle Bonnell sono inserite in box realizzati in waterfoam e successivamente foderati.

Questo accorgimento consente di ottenere materassi rigidi ma molto comodi, caratterizzati dall’equilibrio del sostegno delle molle e il comodo supporto del box in waterfoam.
 

◊ Il materasso Molle Insacchettate e Memory ◊

La terza via dei materassi a molle è quella data dall’utilizzo di più materiali in un unico prodotto: la somma delle nuove tecnologie applicate ai cardini della tradizione.

E’ così che osserviamo la nascita di materassi a molle con boxatura in waterfoam e trapuntatura in memory, o boxatura in waterfoam e memory nella parte superiore. Tendenzialmente ogni produttore si sbizzarrisce nella creazione di un prodotto originale e funzionale, unendo passato e modernità.
 

◊ Materassi a Molle e lattice ◊
 

Quanto detto sull’implementazione della tecnologia memory nei materassi a molle, trova un identico parallelismo tra molle e materasso in lattice. Il risultato è un prodotto ibrido per chi desidera un sostegno deciso e l’azione miratamente ergonomica data dal lattice.

Nascono così a questo punto le fatidiche domande:
 

 Meglio i Materassi a Molle o i Materassi Memory ?

Potremmo quasi dire che questi due materassi sono l’uno l’antitesi dell’altro.

Se infatti i materassi a molle hanno un sostegno ed una risposta rigida e decisa, quelli in memory si distinguono per un approccio morbido e accogliente.

Quindi dipende solo dalle tue preferenze: se ami un supporto più sostenuto probabilmente la scelta giusta per te sarà quella di un materasso a molle, se invece vuoi farti coccolare da un morbido ed avvolgente abbraccio opta per il memory.
 

Sono migliori i materassi a molle o in lattice?

Entrambi votati a sostenere più che ad accogliere, questi due supporti lo fanno in maniera differente.

La portanza sostenuta delle molle si contrappone a un materiale elastico come il lattice, morbido al tatto, ma che sorregge riducendo al minimo i punti di pressione grazie alla sua ergonomicità.

Certo è che a livello strutturale i due materassi hanno una prospettiva di vita  differente:
il materasso a molle ha fama di durare una vita, quello in lattice è certamente più delicato e, come detto nell’articolo (link al precedente memory vs. lattice) necessita di maggiore manutenzione.

Come sempre ci piace ricordare, non vi sono oggetti migliori di altri, ma oggetti più idonei alle tue esigenze. Bisogna quindi capire quali siano queste esigenze e vedere quale prodotto è maggiormente indicato per soddisfarle.
 

#Bonus: La scelta del giusto materasso a molle


Se è proprio il materasso a molle quello che hai deciso di scegliere, sicuramente vorrai conoscere ogni tipo di caratteristica e funzionalità, prima di compiere l’acquisto.

Ecco che un’altra domanda importante da farsi quando parliamo di molle è:
 

Quante molle ci devono essere in un buon materasso a molle?


Un buon materasso a molle, sia esso tradizionale o a molle indipendenti, deve averne almeno 200 nella versione materasso singolo ed almeno 400 nella versione matrimoniale.

Tanto maggiore sarà il numero di molle presenti tanto maggiore sarà omogenea la risposta ergonomica del materasso.

Diffida da qualità di materasso che non riescono a raggiungere questi numeri!
 

#3 Materassi a molle: quando il prezzo può fare la differenza

 

Aspetto non meno importante di altri, in questi periodi di crisi, che spinge ancora la vendita del  materasso a molle , è il prezzo accattivante con cui riesce a proporsi e che incontra il favore dei consumatori.

​​​​​​​

Considerata la qualità del prodotto, il rapporto qualità/prezzo lo rende appetibile.
Numerose sono le offerte di materassi a molle in cui è possibile imbattersi, adesso, grazie anche forse ai nostri consigli, potrai orientarti con un po’ più di consapevolezza.

In conclusione possiamo dire che i materassi a molle continuano a essere un prodotto valido

  • indicato per chi gradisce sostegni decisi.

  • Molto traspirante e duraturo nel tempo

  • risulta essere una valida scelta anche dal punto di vista economico per l’ottimo rapporto che ha in qualità e prezzo.  

​​​​​​​

 

Chiamaci Scrivici