Il materasso ecosostenibile

Il materasso ecosostenibile che vorrei

Mentre numerosi rivenditori italiani di materassi, iniziano a darsi da fare con sconti e garanzie, allo scopo di favorire la restituzione dell’usato, provvedendo così autonomamente allo smaltimento dei materiali ingombranti, la Francia propone una novità assoluta nel settore: una nuova filiera di recupero dei materassi. Con il compito di estrarre le materie prime e destinarle al riciclo, l’azienda e le soluzioni ecosostenibili da essa lanciate, hanno ottenuto un successo senza precedenti in tutta la Nazione 

Il materasso, una costante negli scenari di degrado ambientale

Nelle foto che solitamente documentano il degrado ambientale, in special modo nelle grandi città, spesso il materasso fa da protagonista. Quante volte siamo costretti ad assistere a scenari quantomai penosi, di materassi e guanciali abbandonati per strada accanto ai cassonetti, talvolta in zone considerate periferiche, aree dimenticate dalle rappresentanze poliche e dagli strati più abbienti della società.

Lo smaltimento dei rifiuti, un dramma sociale tutto italiano

Lo scorretto smalitmento dei rifiuti è un dramma sociale che affligge l’Italia da diversi anni e nonostante le molteplici sanzioni introdotte, sembra tutt’ora convivere con il nostro territorio, oppresso da materiali che di biodegradabile, hanno ben poco. Il vecchio materasso, usurato e poco funzionale, ingombrante da tenere in casa o in cantina, viene così lasciato in balia degli agenti atmosferisci, destinato a divenire nascondiglio per ratti o sistemazione temporanea per senzatetto in cerca di superfici accoglienti.

Che fine fa il materasso?

A molle, in lattice o memoryfoam, la denominazione del materasso non ha più importanza, quando si realizza che l’utilità del prodotto sia ormai esaurita. I più diligenti si attengono alle disposizioni di legge, rivolgendosi agli operatori comunali o all’azienda appositamente adibita, concordando il giorno del ritiro a domicilio.
Allontanarsi dal caro e fidato materasso, compagno intimo di sogni e notti bollenti, non è mai stata una scelta semplice, sebbene l’ampia gamma di modelli esistenti sul mercato oggi (questo è soltanto uno dei rivenditori specializzati presenti sul territorio http://www.evergreenweb.it/home), consenta ogni volta di migliorare il benessere psicofisico della persona. Tale soluzione, che permette certamente di liberare le strade con maggiore facilità, e dormire sonni tranquilli, letteralmente parlando, è attualmente ritenuta la migliore nel Bel Paese. Tuttavia la maggior parte degli utenti, ignora che fine faccia il materasso.

L’esempio francese

Sono in pochi a sapere che in Francia sia approdata una novità ad inquinamento zero. La creazione di una speciale filiera di materassi infatti, fortemente voluta da Frank Berrebi, imprenditore di Limay, comune di circa 17mila abitanti dell’ ÎledeFrance, ha offerto un contributo non trascurabile al tema dell’ecosostenibilità. 
L’azienda si preoccupa di estrarre le materie prime riutilizzabili, destinandole all’occorenza, al settore edilizio e all’industria metalmeccanica. Le stime indicano che all’incirca, ogni mese vengono lavorati almeno tredicimila materassi, da cui recuperare tessile, feltro, latex e componenti utili nella realizzazione dei materiali più disparati: dagli isolanti termici alle attrezzature per il fitness.

Chiamaci Scrivici