Evoluzione storica

Come si è arrivati dal fieno ai materassi in lattice

Si può affermare che la storia del materasso inizia parallelamente alla storia dell’uomo.
Già nella preistoria infatti, si hanno i primi esemplari di questo elemento divenuto indispensabile nella vita di ogni essere umano. In era neolitica per esempio, l’uomo iniziò a raggruppare foglie ed arbusti per creare un comodo giaciglio su cui dormire. Il prototipo del materasso in lattice!

Dalle foglie secche si è poi passati alle pelli di animale, più morbide e termicamente migliori, fino alla stravagante soluzione in legno e corde degli antichi egizi. Si trattava in realtà delle prime reti, sulle quali l’ingegnoso popolo dell’antico Egitto, posizionava foglie di palma. Questo ci dimostra come le molteplici tipologie di materasso, in lattice, memory foam o il più comune a molle, non siano altro che il prodotto di secoli e secoli di sperimentazione.

C’è da dire che la tradizione occidentale differisce di gran lunga da quella orientale e mediorientale. In quest’ultima il tappeto ha sempre ricoperto un ruolo di fondamentale importanza per il riposo, cosa che ad ovest non è mai avvenuta. Tutt’ora, mentre nei salotti mediorientali ci si siede e ci si rilassa per terra, in Europa il benessere è associato ad un materasso in lattice o ad una poltrona massaggiante. 
Trascurando temporaneamente quest’aspetto, i primi ad avvicinarsi seriamente alla forma attuale del tipico materasso occidentale, furono gli antichi romani. Questi ultimi iniziarono a produrre grossi cuscini in tessuto, che prendevano forma nel momento in cui venivano riempiti con materiali morbidi, per esempio lana o piume d’uccello. Nato come un privilegio per soli nobili, gradualmente il sacco imbottito entrò anche nelle abitazioni della plebe, in modelli essenzialmente più grezzi: tela ricolma di paglia o di fieno. Ormai parte del mobilio, il materasso nel Medioevo è composto da baccelli di legumi e riposto su di un reticolato in cuoio. All’epoca sarebbe stato impensabile dormire su un giaciglio flessibile, anatomico ed igienico al tempo stesso, come il materasso in lattice.

Il materasso in lattice nasce nel 1928, in seguito al valore assunto prima con il rinascimento e successivamente durante il periodo romantico, dalla camera da letto. Sostituendo il baldacchino, il materasso costituiva adesso la parte sostanziale del letto. Lo scozzese Dunlop crea il materasso in lattice riuscendo ad ottenere una particolare schiuma. I primi modelli furono introdotti nel transatlantico Queen Mary.

Simona De Luca scrive per www.evergreenweb.it

Chiamaci Scrivici